Diventa Socio! - Rinnova la quota 2018!

Un nuovo approccio per una vecchia patologia nosocomiale: l'infezione da clostridium difficile

A cusa ddel Dott. Roberto Rossotti, Prof.ssa Anna Orani
Malattie Infettive e Tropicali
Ospedale A. Manzoni - Lecco


  1. Introduzione
  2. Epidemiologia
  3. Epidemiologia regionale
  4. Fattori di virulenza
  5. Fattori di infezione
  6. Diagnosi
  7. Terapia
  8. Nuove prospettive terapeutiche
  9. Conclusioni
  10. Bibliografia

Introduzione

L’infezione da Cl. difficile (ICD) è stata descritta per la prima volta in letteratura nella seconda metà degli anni Settanta e, benché importanti lavori siano stati condotti per definirne epidemiologia, diagnosi clinica e controllo dei focolai ospedalieri, continua ad essere un'importante - anche in termini di costi economici – infezione gastrointestinale associata alle procedure assistenziali.

Infatti, in questi ultimi anni i casi di ICD hanno conquistato un posto sempre più rilevante nel dibattito medico e scientifico: non solo si è assistito ad un incremento delle segnalazioni di epidemie, ma esse si stanno estendendo anche in popolazioni tradizionalmente non considerate a rischio per l’acquisizione di tale patologia [1].

Lascia un commento







quanto fa 10 più 16 ?

Leggi i commenti

Nessun commento.