Diventa Socio! - Rinnova la quota 2018!

Nuovi farmaci anti HCV: un programma a lungo termine

A cura del Dott. Massimo Puoti
Direttore S.C.. Malattie Infettive
AO Ospedale Niguarda Cà Granda
P.zzle Ospedale Maggiore 3
20162 Milano


  1. Introduzione
  2. Qual è l’attuale standard di trattamento dell’ epatite C?
  3. Quali sono le caratteristiche dei nuovi farmaci anti HCV e che meccanismi d’azione hanno?
  4. Quali saranno le schedule terapeutiche con questi farmaci ?
  5. Quali saranno i vantaggi e gli svantaggi di queste nuove terapie?
  6. Come potranno essere superate queste difficoltà?
  7. Quando saranno disponibili in Italia Telaprevir e Boceprevir?
  8. Al di là di Telaprevir e Boceprevir quali sono le prospettive di trattamento dell’infezione da HCV per il futuro?

Quali sono le caratteristiche dei nuovi farmaci anti HCV e che meccanismi d’azione hanno?

La disponibilità di modelli in vitro per studiare la replicazione del virus dell’epatite C unitamente alle conoscenze su: sequenza e funzioni del genoma virale e struttura molecolare delle proteine virali hanno permesso la sintesi di diversi composti ad attività antivirale diretta e specifica su HCV denominati Farmaci anti virali ad azione diretta (Directly Acting Antivirals- DAA).
Attualmente si distinguono 4 classi principali di farmaci:

Gli inibitori della proteasi possono arbitrariamente essere suddivisi in inibitori della proteasi di prima, seconda e terza generazione; questo sulla base di caratteristiche chimiche, affinità per le proteine virali, farmacocinetica ed infine per l’attività su tutti i genotipi e su ceppi virali con mutazioni indotte da altri farmaci della stessa classe.
La tabella 1 riassume le caratteristiche delle varie classi di farmaci ad azione antivirale diretta attualmente in sperimentazione:

La disponibilità di modelli in vitro per studiare la replicazione del virus dell’epatite C unitamente alle conoscenze su: sequenza e funzioni del genoma virale e struttura molecolare delle proteine virali hanno permesso la sintesi di diversi composti ad attività antivirale diretta e specifica su HCV denominati Farmaci anti virali ad azione diretta (Directly Acting Antivirals- DAA). Attualmente si distinguono 4 classi principali di farmaci :

Gli inibitori della proteasi possono arbitrariamente essere suddivisi in inibitori della proteasi di prima, seconda e terza generazione; questo sulla base di caratteristiche chimiche, affinità per le proteine virali, farmacocinetica ed infine per l’attività su tutti i genotipi e su ceppi virali con mutazioni indotte da altri farmaci della stessa classe.
La tabella 1 riassume le caratteristiche delle varie classi di farmaci ad azione antivirale diretta attualmente in sperimentazione:

Lascia un commento







quanto fa 20 più 7 ?

Leggi i commenti

Elisabetta Zucconi - 2015-12-31 10:25:07
Vorrei chiedere se ci sono sperimentazioni di questo genere per l'Epatite B e le altre epatiti virali

giovanna - 2016-01-21 11:04:28
Credo ci siano degli errori di trascrizione sia nel testo che nella tabella. In particolare non sono evidenziati gli inibitori di NS5B.