Diventa Socio! - Rinnova la quota 2018!

Nuovi farmaci anti HCV: un programma a lungo termine

A cura del Dott. Massimo Puoti
Direttore S.C.. Malattie Infettive
AO Ospedale Niguarda Cà Granda
P.zzle Ospedale Maggiore 3
20162 Milano


  1. Introduzione
  2. Qual è l’attuale standard di trattamento dell’ epatite C?
  3. Quali sono le caratteristiche dei nuovi farmaci anti HCV e che meccanismi d’azione hanno?
  4. Quali saranno le schedule terapeutiche con questi farmaci ?
  5. Quali saranno i vantaggi e gli svantaggi di queste nuove terapie?
  6. Come potranno essere superate queste difficoltà?
  7. Quando saranno disponibili in Italia Telaprevir e Boceprevir?
  8. Al di là di Telaprevir e Boceprevir quali sono le prospettive di trattamento dell’infezione da HCV per il futuro?

Qual è l’attuale standard di trattamento dell’ epatite C?

Attualmente lo standard di riferimento è dato dalla combinazione di interferone peghilato alfa 2a (Pegasys) od alfa 2b ( Pegintron) con la ribavirina a dosaggi variabili sulla base del genotipo HCV infettante e per una durata di terapia anch’essa dipendente dal genotipo HCV infettante. Le più recenti linee guida italiane alla cui stesura ha contribuito anche la SIMIT hanno disegnato uno schema di ottimizzazione della terapia anti HCV sula base delle caratteristiche individuali del paziente che sostanzialmente è stato ripreso anche dalle più recenti linee guida dell’ associazione europea di Epatologia (EASL) e che sono riassunti nelle figure 1 e 2.

Lascia un commento







quanto fa 2 più 8 ?

Leggi i commenti

Nessun commento.