Diventa Socio! - Rinnova la quota 2018!

Nuove linee guida HIV \ AIDS a confronto


A cura della Prof.ssa Antonella d’Arminio Monforte
Direttore Clinica Malattie Infettive e Tropicali
Azienda Ospedaliera- Polo Universitario San Paolo, Milano


  1. Quali sono le differenze principali nelle linee guide di terapia antiretrovirale italiane del 2011 rispetto alle precedenti italiane 2010?
  2. Perché queste differenze tra le due LG 2010 e 2011?
  3. Qual è la principale differenza tra le attuali LG italiane e le LG dell’EACS rispetto all’inizio della terapia?
  4. Che differenze ci sono tra le diverse LG riguardo le associazioni da preferirsi per il primo regime di terapia?
  5. In che cosa differiscono le LG italiane ed europee dalle LG del DHHS-USA dell’ottobre 2011?
  6. La terapia antiretrovirale nelle donne: cosa dicono le diverse LG

Che differenze ci sono tra le diverse LG riguardo le associazioni da preferirsi per il primo regime di terapia?

Tutte le LG considerate (LG italiane 2010 e 2011 e LG EACS 2011) considerano come farmaci nel primo regime il backbone nucleosidico. I due backbone raccomandati sono combinazioni di due farmaci: tenofovir+emtricitabina (TDF/FTC) o abacavir+lamivudina (ABC/3TC). Il primo è controindicato in soggetti con insufficienza renale e (come riportato nelle sole LG 2011) dovrebbe essere usato con cautela nei soggetti con osteoporosi. ABC/3TC non deve essere usato in soggetti HLA-B*5701-positivi, ed è poco potente virologicamente, quindi non è farmaco di prima scelta in soggetti con HIV-RNA >100000 copie/ml, come sottolineato da tutte le LG. Inoltre, secondo le LG 2010 e EACS 2011, va usato con cautela in soggetti con elevato rischio cardiovascolare (Framingham risk score>20% ). Le LG Italiane 2011 rilevano invece che una recente meta-analisi non ha confermato la tossicità cardio-vascolare del farmaco e quindi non ne limitano l’uso in soggetti a rischio. Riguardo la scelta del terzo farmaco, nessuna delle tre LG riporta una preferenza tra regimi NNRTI- e PI/r; tutte le LG indicano farmaci di scelta all’interno delle due classi. Le LG italiane, sia nel 2010 che nel 2011, indicano tra gli NNRTI come prima scelta efavirenz, e nevirapina resta come alternativa. Nelle LG del 2011 si rileva peraltro la disponibilità di una formulazione a rilascio lento recentemente approvata in somministrazione QD. Nelle LG EACS i due farmaci sono raccomandati con uguale forza, anche se si sottolinea la potenziale epatotossicità di nevirapina in soggetti con elevati CD4 (>250 nelle donne e >400 negli uomini).

Riguardo il PI con ritonavir boosted (PI/r) da preferirsi, le LG italiane 2010 e 2011 pongono come prima scelta atazanavir/r (ATV/r) (forza di raccomandazione: AI) e come alternativa (BI) sia darunavir/r (DRV/r) che lopinavir/r (LPV/r) mentre le LG EACS non pongono distinzioni tra i 3 PI/r. Infine, raltegravir (RAL)(inibitore dell’ingresso) viene posto come terzo farmaco con forza BI nelle LG italiane e come alternativa al pari dei PI/r nelle LG di EACS.

Ovviamente tale descrizione delle diverse opzioni è per necessità riduttiva e si rimanda ai documenti originali ogni dettaglio.

Riguardo i farmaci di più recente introduzione, maraviroc ed etravirina, tali farmaci non vengono indicati nei pazienti naive ma solo negli experienced, mentre rilpivirina sarà prossimamente in commercio in Italia, ma viene segnalato dalla LG italiane che le autorità europee (EMA) ne hanno autorizzato l’uso nei naive ma solo in presenza di HIV-RNA <100000 copie/ml.

Lascia un commento







quanto fa 7 più 18 ?

Leggi i commenti

Nessun commento.