Diventa Socio! - Rinnova la quota 2018!

Gli infettivologi di Siena ricordano il prof. De Luca

Scarica il file

Andrea,
non vogliamo parlare di te come medico e come scienziato. Tutti nel mondo infettivologico, non solo italiano, sanno chi eri.
Vogliamo parlare di te come persona e di come abbiamo condiviso questi anni insieme a te.
Sei arrivato in Toscana nel 2010 e già con un gran bagaglio alle spalle.
Anche se molti di noi ti conoscevano, sei arrivato in ambiente nuovo anche dal punto di vista umano. Nonostante a volte sia difficile introdursi in un mondo nuovo, e non è detto che si trovi un clima amichevole, tu sei entrato a piccoli passi, con umiltà, riservatezza, voglia di condividere la tua personalità, oltre alle tue conoscenze. Hai iniziato a collaborare con tutti noi, sempre disponibile, sempre pronto a dare un consiglio, a proporre nuove idee, lavorando come dovrebbe fare un vero leader, partendo dal basso e finendo per trascinare il gruppo. E’ stato facile in questo modo diventare uno di noi perché tu fin dall’inizio sei stato uno di noi .
E’ stato bellissimo in questi anni condividere non solo le nostre esperienze cliniche e scientifiche ma anche gli aspetti più conviviali perché sei sempre stato quel tipo di persona che quando c’era da scherzare, sorridere, ritrovarsi insieme solo per il gusto di vedersi, non si è mai tirata indietro, anzi…
A Siena ti sei contornato di un bel gruppo, hai coinvolto i “vecchi” e tirato su tanti “nuovi” infettivologi ai quali hai fatto nascere l’amore per il nostro lavoro… tutte le volte che parlavano di te avevano negli occhi quella luce che solo uno che sa trasmettere la passione sa far venire. Ora quegli occhi sono pieni di lacrime.
Ma non vogliamo ricordarti con i nostri occhi pieni di lacrime. Vogliamo ricordarti con il tuo sorriso.

Ciao Andrea, ci mancherai.


Gli infettivologi di Siena e della SIMIT Toscana